Home / Storia

Storia

L’Associazione di Volontariato PUER Onlus Ente Morale nasce ufficialmente il 10 dicembre 1993, con Atto Costitutivo e Statuto, ma l’inizio della sua attività risale a un anno prima.

Nel 1994 è ufficialmente iscritta nel registro Regionale delle organizzazioni di volontariato con Decreto n. 872 del 9.05.1994 ed il 14.05.1997 il Ministero degli Interni e il Presidente della Repubblica Italiana conferiscono alla Associazione il riconoscimento di Ente Morale della Repubblica Italiana.

Il tragico evento del 26 aprile 1986, lo scoppio del reattore numero quattro della centrale nucleare di Chernobyl, colpì centinaia di migliaia di persone nell’Europa orientale, e purtroppo ancora oggi continua a produrre i suoi effetti nefandi.

La nazione più colpita fu la Bielorussia, perchè il vento, che quel giorno soffiava verso nord, spostò la nube da Chernobyl, in Ucraina, verso le regioni bielorusse, soprattutto Gomel, Mogilev e Brest. Nel 1992, per un caso fortuito, nasce l’idea che porterà alla nascita della PUER. Per motivi diversi, due persone conobbero un gruppetto di bambini bielorussi ospiti a Roma del villaggio SOS, a cui si preoccuparono di fornire attrezzature e animazione, attraverso il circolo locale del Rotary Club e i giovani di una parrocchia romana. Nacque poi la voglia di rivedere quei bambini, si organizzò un piccolo viaggio estivo che mise in discussione la coscienza dei soci fondatori.

L’accoglienza in zone non contaminate, unitamente ad una nutrizione sana e a una diagnosi di eventuali patologie fu posta alla base dell’aiuto.

Si creò una forte spinta emotiva che portò molte famiglie ad aiutare soprattutto i più deboli, che stavano pagando come al solito il prezzo più alto, i bambini, e per creare le condizioni in cui potessero crescere sani e con uguali possibilità di sviluppo fisico ed intellettuale.

Dai 118 bambini accolti a Roma all’inizio degli anni ’90, si è passati a un picco di 7000 accoglienze operate nell’anno 2000 per poi riscendere alle attuali 2500 in tutta Italia mediante il contributo delle famiglie che prestano la loro opera nell’Associazione di Volontariato Puer Onlus.

La nuova Presidenza PUER eletta il 14.04.07, volendo guardare oltre la Bielorussia nel pieno rispetto dello Statuto decide di iniziare nuove collaborazioni internazionali, attraverso scambi culturali e accoglienze di bimbi che hanno bisogno di essere messi al centro della vita e non ai margini.

A marzo 2008, la PUER, dopo vari contatti e accreditamenti ufficiali con l’Ambasciata Italiana a Vilnius, il Consolato e le Istituzioni della Lituania, inizia ufficialmente le accoglienze con i minori lituani.

A giugno 2011 inizia la collaborazione con la Repubblica Moldova, accogliendo i bambini da alcuni Istituti. Dall’estate 2011 accogliamo anche per risanamento un gruppo di bimbi provenienti da Fukushima, Giappone.

Nel 2012 la PUER ha contribuito in modo significativo con i Governi Bielorusso ed Italiano nella stesura di un Protocollo di Sicurezza dedicato ai minori in modo da tutelare la loro presenza nei periodi di trasferimento sul territorio Italiano, offrendo per tutte le Associazioni un modello organizzativo di supporto concordato con le Istituzioni.

Abbiamo dato disponibilità ad accogliere, in via temporanea e strettamente per il periodo richiesto, il popolo di Haiti e in particolare i bambini rimasti orfani, quelli malati e da ospedalizzare, le coppie con figli con gravi situazioni, le ragazze madri. In tutta Italia abbiamo ricevuto più di 800 richieste di famiglie a cui vanno aggiunti Comuni, Pro Loco, Istituti Religiosi disponibili ad accogliere questa popolazione colpita da un così grave terremoto.

L’Associazione Puer ha ottenuto dal Comune di Roma il riconoscimento per il rilascio dell’idoneità alle coppie che chiedono l’affido di minori presenti su territorio italiano.

L’Associazione Puer ha inoltrato al Ministero degli Affari Esteri la documentazione necessaria per ottenere il riconoscimento come ONG.